derra, meyer & partner


 

Risonanze festival


 

AirDolomiti


 

Banca popolare di marostica volksbank


 

Leicht_schwarz.png


 

i rotary club Arzignano


 

I rotary club di Padova


 

logo Blickpunkt


 

Schneider Partner


 

logo simon&schreiber


 

Logo Loesnitz-Druck


 

Con un ringraziamento speciale al Notaio Dr. Marco Porceddu Cilione,Verona e alla famiglia Braga Rosa Vicenza

 

Saechsisches Landesgymnasium fuer Musik


 

freistaat sachsen


 

bundesministerium


 

jeunesses musicales


 

Amt für Kultur


 

Italienisches Kulturinstitut


 

Città di Marostica

 

Botschaft der Bundesrepublik Deutschland Rom


 

accademia filarmonica di verona


 

Fondazione Villa Emo


 

Italienzentrum


 

Fondazione Giovanni Braga Rosa


 

Conservatoire Strasbourg


 


 

Staatliche Kunstsammlungen Dresden


 

Freundeskreis Sächsisches Landesgymnasium für Musik „Carl Maria von Weber“ Dresden

COMITATO D’ ONORE

 

S. E. Pietro Benassi,

Ambasciatore della Repubblica Italiana, Berlino

 

S.E. Dr. Susanne Wasum-Rainer,

Ambasciatore della Repubblica Federale di Germania, Roma

 

Prof. Dr. Peter conte Kielmansegg,

già Presidente „Akademie der Wissenschaften Heidelberg”

 

Contessa Caroline Emo, Asolo

 

Conte Vittor Luigi  e contessa Vilma Braga Rosa, Vicenza

Podium

BAROQUE UNLIMITED

Workshop giovanile europeo sulla prassi musicale del Barocco Veneziano
BIENNALE BAROCCA 2018



 

L’associazione ONLUS Junges Musikpodium, fondata nel 1999, si è posta l’obiettivo di far rivivere gli storici rapporti che la corte di Dresda intratteneva durante il Settecento con la cultura musicale veneziana. Grazie a questo progetto i migliori talenti del Liceo musicale statale di Dresda, invitati dal Musikpodium, si incontrano ogni due anni con coetanei provenienti da Veneto, Francia e Lituania, in un workshop di perfezionamento sulla musica barocca italiana.

 

Questa forma di scambio musicale non conosce esempi analoghi in Europa. Guidati da virtuosi come Stefano Montanari e Ivano Zanenghi, direttori e specialisti italiani di fama internazionale, gli allievi possono attingere al repertorio e alla prassi esecutiva nei luoghi in cui questa musica vide la luce. Il successo dell’iniziativa ha trovato il suo giusto motivo nella combinazione straordinaria tra grandi maestri, giovani talenti e bellezza dei luoghi, in cui musica, architettura, pittura e storia si amalgamano quasi naturalmente. Il lavoro in orchestra, per produrre un sapere musicale basato su pratica e concertazione, con una rilettura contemporanea virtuosa, corrisponde alla filosofia del Musikpodium, che mira a fare risorgere un grande capitolo della storia culturale europea.



 

Da anni fanno da cornice ai concerti alcune delle più belle architetture di Andrea Palladio: la maestosa Villa Emo a Fanzolo di Vedelago per il workshop e il concerto di gala, il Palazzo Valmarana Braga e il Teatro Olimpico a Vicenza. Nel 2018 lo JMP si esibirà anche nella splendida villa palladiana Godi Malinverni, situata a Lugo nei dintorni di Vicenza, al Castello di Udine su invito del Festival Risonanze Malborghetto Valbruna e al prestigioso Festival Settembre Musicale organizzato dalla storica Accademia Filarmonica di Verona. Il concerto conclusivo si terrà come sempre nella città scaligera di Marostica con la partecipazione del coro della città “I Cantori di Marostica”. L’associazione è già stata invitata al Pantheon di Roma nel 2009, al Teatro la Fenice di Venezia nel 2010 e presso la Basilica di San Gennaro a Napoli nel 2011.

 

La ripresa della manifestazione italiana nel mese di Novembre a Dresda con concerti di gala nella sala della Pinacoteca che espone la tela della Madonna Sistina di Raffaello e al Castello di Albrechtsberg come pure a Berlino dove, su invito dell’Istituto Italiano di Cultura e dell’Ambasciata d’Italia si svolge un concerto straordinario, sottolineano l’interesse e la valenza culturale attribuiti al progetto giovanile nella capitale della Germania e in una città eminentemente musicale come Dresda.

 

L’incontro fisico con l’Italia e l’approfondimento della prassi virtuosa della musica veneziana del Settecento costituiscono un’esperienza importante nello sviluppo artistico dei giovani musicisti: privilegio che lo Junges Musikpodium può assicurare grazie al prezioso aiuto di Sponsor e Partner ufficiali in Germania e in Italia.